Mia Martini e quel nono posto a Sanremo ’89

"Io sono Mia" premiato dall'auditel, ma alcuni ritornano sulle polemiche del voto di Sanremo ricordando quello che successe alla cantante.

131
mia-martini-nono-posto-sanremo

Non poteva arrivare in un momento più opportuno “Io sono Mia“, il biopic sulla vita di Mia Martini trasmesso ieri sera da Rai 1 trascinato da un’emozionante esibizione della protagonista Serena Rossi durante l’ultimo Festival di Sanremo e che ha ottenuto uno share del 37%.

Infatti uno dei momenti chiave della vita di Mimì Bertè, e momento centrale del film tv diretto da Riccardo Donna, è stato il suo ritorno a Sanremo nel 1989, dopo anni di doloroso ritiro dalle scene della cantante calabrese per via del troppo stress provocato dalle voci che l’accusavano di essere una iettatrice. Oggi un’accusa del genere farebbe sorridere, all’epoca fu invece un vero calvario per Mia che si ritrovava a dover combattere con discografici e colleghi che non volevano avere niente a che fare con lei.

L’artista tornò al Festival con una canzone scritta da Bruno Lauzi e Maurizio Fabrizio nel 1972 insieme a “Piccolo uomo“, ovvero “Almeno tu nell’universo“, un brano diventato rapidamente un classico della musica italiana e che le è valso un meritato premio della critica.

Nella classifica generale di quel 39° Sanremo, invece, le cose non andarono molto bene: arrivò addirittura al nono posto, dietro a molti brani ormai dimenticati dal grande pubblico, alcuni dei quali che si possono definire trash, come “Vasco” di Jovanotti (al 5° posto) o “Esatto!” di Francesco Salvi (7° posizione). E a generare questa classifica fu il voto popolare.

Infatti prima dell’avvento del televoto i brani del Festival della Canzone Italiana venivano votati dal pubblico tramite le schedine Totip, sulle quali i giocatori che scommettevano sulle corse dei cavalli nel periodo del Festival potevano anche esprimere la preferenza sulla canzone preferita. È stato proprio questo dettaglio ad essere stato rimarcato nelle ultime ore da alcuni personaggi dello spettacolo, tra cui Marino Bartoletti il quale, dichiarando che con questo metodo popolare “Mia Martini arrivò addirittura nona, non seconda“, ha lanciato una stoccata a Ultimo, il cantante che ha provocato un’accesa polemica sulla votazione del Sanremo appena passato che lo aveva visto trionfare al televoto ma retrocedere al secondo posto dopo il voto della sala stampa e della giuria d’onore, alle spalle del vincitore Mahmood.

Piccola nota a margine: proprio nell’89 a vincere Sanremo fu un brano divenuto invece classico, “Ti lascerò“, interpretato da Fausto Leali e Anna Oxa, celebre artista italiana nata a Bari da madre pugliese e padre albanese, ma sulle cui origini non si scatenò mai alcuna polemica.