Calcio: SERIE A – Roma Inter un pareggio che non serve a nessuno

42
Eusebio Di Francesco and Luciano Spalletti

É lo scoppiettante 2-2 tra Spal ed Empoli alle 15.00 di sabato 1 dicembre ad aprire le danze della quattordicesima di serie A. Kurtic porta subito in vantaggio i padroni di casa che si fanno prima riprendere e poi passano in svantaggio al 43esimo del primo tempo, in gol per i toscani Caputo e Krunic.
Spal che in dieci agguanta comunque il definitivo pareggio al 67esimo con Kurtic.

Juventus in scioltezza asfalta la Fiorentina

Alle 18.00 la capolista Juventus rifila alla Fiorentina ben 3 gol. Seppur ospiti i bianconeri la fanno da padrone al franchi. I gol di Betancur, Chiellini e del solito Cristiano Ronald su rigore regalano altri 3 punti alla Juve, prima a QUARANTA punti.Senza storia anche la partita delle 20.30, la Sampdoria annienta il Bologna di Filippo Inzaghi , 4-1 il risultato finale. Doppietta del solito Quagliarella.

L’anticipo domenicale delle 12.30 vede il Milan ospitare il Parma.
Passano in vantaggio ad inizio secondo tempo gli emiliani che sfruttano un corner a loro favore per mandare in gol Roberto Inglese. Non tarderà la risposta di Cutrone dopo poco più di 5 minuti. I rossoneri riescono a portare a casa i tre punti grazie al penalty segnato da Kessie al 71esimo.

Vittoria in casa per il Torino che grazie ad Ansaldi prima e Belotti dopo permettono la rimonta al Toro che stava perdendo in casa contro il Genoa, in gol Kouame per il grifone. Ottima reazione per il Torino che si comincia a far vedere nelle posizioni che contano, sesto posto per i granata.

Pareggiano 1-1 il Frosinone ed il Cagliari , in terra ciociara i padroni di casa passano subito in vantaggio grazie al gol di Cassata al 14esimo ma vengono recuperati dai sardi nel finale di partita con la rete di Farias. Da segnalare Barella espulso a fine partita. 
Pareggia 0-0 il Sassuolo in casa contro l’Udinese. 

Dopo il Napoli, il Chievo ferma anche la Lazio

La Lazio ospite del Chievo Verona non va più in là del pari, bruttissimo primo tempo per i ragazzi di Inzaghi Jr che ammetterà di aver visto la peggior Lazio da quando allena o biancocelesti. I laziali passano in svantaggio grazie al gol dell’intramontabile Pellissier ma la reazione del secondo tempo permette comunque ad Immobile di regalare ai propri tifosi almeno un punto.

Tra rigori non dati e Var imbarazzante, un pareggio che non serve a nessuno

Ore 20.30, stadio Olimpico di Roma, va in scena il Big Match del giorno Roma-Inter. Da subito le squadre fanno capire che ci sarà da divertirsi e che non si tireranno indietro. Occasioni da una parte e dall’altra, i giallorossi colpiscono il palo con Florenzi, i nerazzurri vanno vicino al gol con Icardi. Episodio contestatissimo dai giallorossi al 36esimo.

Nicol˜ò Zaniolo versus Danilo D’Ambrosio @Paolo Pizzi

L’ex interista Zaniolo viene sgambettato in area di rigore da D’ambrosio, il contatto sembra esserci ma ne il direttore di gara ne l’addetto al VAR decidono per il penalty. Grave errore per la direzione di gara. Un minuto dopo in gol Keita Balde per la squadra di Spalletti. 

Nel secondo tempo Under con un sinistro potentissimo agguanta il pareggio per la Roma, Handanovic rimane immobile. Dopo circa un quarto d’ora é di nuovo l’Inter col suo capitano Icardi ad andare in vantaggio, l’argentino sfrutta a dovere la pennellata da calcio d’angolo di Marcell Brozovic. 

Mauro Icardi celebrating his gol @Paolo Pizzi

Il croato sarà però protagonista in negativo del proseguio della gara, é suo lo stupido e volontario tocco di gomito in area di rigore fischiato da Rocchi al 74esimo. Penalty calciato perfettamente da Kolarov, Handanovic intuisce ma il sinistro del giallorosso é una bomba. Finisce così la partita dell’Olimpico. Da segnalare un contatto dubbio in area di rigore tra Manolas e Icardi, il greco che non può in nessun modo arrivare sul pallone spintona via Icardi che si trovava a tu per tu col portiere.