Calcio: CHAMPIONS LEAGUE – Roma agli ottavi ma che figura

49

Il martedì di coppa vede in campo solo due italiane, Roma e Juventus.

I giallorossi impegnati in casa contro la capolista del girone Real Madrid sono protagonisti di un gran primo tempo, solo Courtois tiene a galla i Blancos. Nel secondo tempo però la squadra di Di Francesco vive l’ennesimo black out stagionale. 
Bale e Vasquez siglano le due reti della vittoria e la Roma deve ringrazio Olsen per non aver subito un risultato molto più pesante. Da segnalare un evidentissimo fallo di mano di Carvajal sullo 0-0, da giudicare se fosse più o meno in area ma comunque grossolano errore dell’arbitro francese Turpin.
Unica nota lieta per i tifosi giallorossi, la celebrazione per Francesco Totti, entrato ufficialmente nella “Hall of Fame”. 

La Roma é comunque qualificata come seconda classificata a 9 punti con un turno di anticipo insieme al Real primo del girone con 12 punti. A pari merito con 4 punti CSKA e Plzen , 1-2 in terra russa per i cechi, che si giocheranno all’ultima il passaggio o meno in Europa League.

Juventus di misura agli ottavi.

Nel girone H la Juventus già prima in classifica consolida il suo primato battendo per 1-0 il Valencia, gol del solito Mandzukic. Annullato al 61esimo il pareggio spagnolo, evidente il fallo di mano di Diakhaby. Passa il girone con turno di anticipo anche lo United di Mourinho, il gol di Fellaini contro gli svizzeri dello Young Boys permette al Manchester di arrivare comodamente a 10 punti. Deciso ormai anche il passaggio in Europa League per il Valencia che con i suoi 5 punti non può essere recuperato dal fanalino di coda svizzero fermo a 1 punti.

Qualificazione conquistata anche per l’altra squadra di Manchester.

Il City di Guardiola nonostante il pareggio esterno contro il Lione si porta a 10 punti e conquista la qualificazione, da sapere solo in che posizione. I francesi invece dovranno guardarsi le spalle dallo Shakhtar, protagonista di una grandissima vittoria esterna contro l’Hoffenheim. Nonostante il doppio vantaggio nel primo quarto d’ora, gli ucraini si fanno recuperare dai tedeschi, ma hanno comunque la forza al 90esimo di trovare il definitivo 2-3 grazie al gol di Taison. Tre punti importantissimi che permettono alla squadra di Fonseca di portarsi a due sole distanze dal Lione e giocarsi nell’ultima partita casalinga proprio contro i francesi la qualificazione agli ottavi. Poche speranze per l’Hoffenheim che dovrà vincere a Manchester e sperare nella sconfitta dello Shakhtar per un miracolo chiamato Europa League.

Discorso qualificazione chiuso invece nel gruppo E.

Il Bayern porge la manita al Benfica e si porta a 13 punti, seguito dall’Ajax a 11. Gli olandesi vincono in casa dell’AEK Atene, lasciando i greci ancora a 0 punti ed ormai fuori da qualsiasi discorso europeo. Il Benfica a 4 punti si gode la tranquilla qualificazione in Europa League. Resta da sapere chi sarà il primo della classe quindi non perdetevi Ajax – Bayern in programma il 12/12.