Calcio: SERIE A – Juve schiacciasassi, alla Roma il Derby della Capitale

216

La capitale ritrova la sua ROMA

É il derby della capitale ad aprire il sabato della serie A, e che derby…
Una Roma alla ricerca della sua vera identità contro una Lazio all’ennesima prova del nove.
Sono proprio i biancocelesti nei primi minuti a prendere le redini della partita senza però rendersi mai pericolosi.
La Roma dopo un inizio compassato che la porta comunque per ben due volte vicina al gol, due ottimi interventi di Strakosha salvano la Lazio, è costretta al 37esimo del primo tempo a sostituire Pastore con Lorenzo Pellegrini, sarà proprio questa la chiave della partita.
È il 45 esimo del primo tempo quando , approfittando di una difesa non proprio “perfetta” della Lazio, Il neo entrato giallorosso trova un gol di tacco a porta sguarnita.

Nel secondo tempo la Roma è la squadra più pericolosa ma un disimpegno scomposto di Fazio permette a Ciro Immobile di realizzare il gol del momentaneo pareggio.
La Roma non ci sta, Pellegrini si guadagna una punizione dal limite, la calcia Kolarov…
Strakosha stavolta resta immobile, sorpreso dalla bomba del giallorosso sul proprio palo, 2-1 per la Roma.
Chiude definitivamente i conti Fazio all’86esimo, facendosi perdonare l’errore precedente, sfruttando l’assist del solito Lorenzo Pellegrini, man of the match, con un imperioso stacco di testa.

La Roma si è ritrovata, la Lazio non supera la prova.

Juventus incontenibile

Alle ore 18.00 il big match della giornata, Juventus-Napoli.
Il Napoli parte benissimo, colpisce prima un palo e poi trova il gol del vantaggio con Mertens al decimo minuto.
La Juve non ci sta ed al 26esimo Mandzukic sfrutta il cross di Cristiano Ronaldo per mettere in rete la palla dell’1-1.
Il secondo tempo si apre subito con il gol del 2-1 bianconero, ottimo spunto di CR7 che dalla distanza colpisce il palo, è prontissimo Mandzukic a ribattere in rete.
La partita prosegue tra le polemiche per mancanza di cartellini nei confronti dei bianconeri e per i troppi cartellini ai partenopei, che rimangono in dieci per l’espulsione di Mario Rui.
Al 76esimo la Juve chiude la partita col gol di Bonucci, fra i primi ad essere accusato di aver giovato del “metro di giudizio” del signor Banti.

La Juve prosegue la sua marcia, sette vittorie su sette partite.

“Toro” Scatenato

Gli anticipi del sabato si chiudono con Inter Cagliari.
A sorpresa Spalletti si affida ad un turnover violento, sono ben 6 gli elementi cambiato rispetto alla vittoria contro la Fiorentina.
Tra i vari cambi spunta Lautaro Martinez che prende il posto di Icardi, apparentemente senza farlo rimpiangere.
È proprio “El Toro” Martinez , protagonista di un primo tempo di assoluto spessore, a mettere a segno il gol dell’1-0 al 12esimo, ottimo il cross del ritrovato Dalbert.
Il Cagliari è ben disposto in campo ma non crea pericoli all’Inter che sembra saper gestire bene le sfuriate sarde.
Protagonista in negativo il nerazzurro Candreva, continua il suo periodo no sotto porta. Non sfrutta un assist di Martinez che avrebbe portato facilmente la squadra di Milano sul 2-0 dal primo tempo. Poco lucido il romano.
Nel secondo tempo la musica non cambia.


Candreva stavolta non approfitta dell’assist di Nainggolan ed esalta Cragno.
A seguire anche Politano mette alla prova il portiere sardo che risponde presente alla botta da fuori area del giovane ex Sassuolo.
Al 73esimo Dessena segna il gol dell’1-1 ma viene giustamente annullato dal Var, il capitano della formazione sarda mette in rete con un tocco di mano plateale.
Chiude la partita all’89esimo Matteo Politano, protagonista di una buona partita, con una gran botta di sinistro, imparabile.

Le altre partite del weekend

La domenica della seria A vede alle 12.30 un Bologna vincere di rimonta per 2-1 contro l’Udinese.
Per i friulani il gol di Pussetto, a cui rispondon Santander e Orsolini
Nel pomeriggio il Chievo continua la sua striscia negativa perdendo in casa 0-1 contro il Torino, in gol Simone Zaza.
La Fiorentina in casa batte per 2-0 l’Atalanta, generoso il rigore per fallo su Chiesa che permette a Veretout di siglare l’1-0 seguito dal raddoppio di Biraghi al 90esimo.
Il Frosinone in casa contro il Genoa trova il suo primo gol in serie A con Ciano su rigore, ma è comunque troppo poco per rimontare la doppietta dell’altro nascente Piatek. Risultato finale 1-2 per il grifone.
Alle 18.00 il Parma batte in casa 1-0 un solido Empoli grazie al gol di Gervinho, sostituito nel secondo tempo per un affaticamento.
A valanga il Milan di Gattuso che nel posticipo serale infligge un netto 1-4 al Sassuolo. Protagonista del match il rossonero Suso, autore di una doppietta, in gol anche Kessie e Castillejo per il Milan e Djuricic per il Sassuolo.

 

Le foto di Roma – Lazio sono utilizzate per gentile concessione di Paolo Pizzi