Calcio: SERIE A – Crollo Roma, Inter che fatica

260

Quinta giornata seria A Tim

Lo spezzatino della serie A comincia con l’anticipo del venerdì Sassuolo-Empoli, protagonista il giovane Di Francesco autore di due assist ed un gol che permettono una facile vittoria per 3-1 nei confronti dei toscani.

Il sabato scorre liscio con risultati abbastanza prevedibili , vittoria casalinga per il Parma 2-0 contro il Cagliari, gran gol dell’ivoriano Gervinho.
La Fiorentina asfalta la Spal con un rotondo 3-0

L’INTER NON SI ARRENDE MAI

In serata la partita più “calda”, Sampdoria-Inter. I Doriani si approcciano alla partita in maniera molto più convincente dei nerazzurri, possesso palla e pressing alto portano la squadra di casa ad aver un vantaggio territoriale costante seppur sterile, handanovic quasi inoperoso. Nonostante l’avvio della Samp sono comunque i nerazzurri al 43esimo a trovare il gol con Nainggolan, gol che verrà poi annullato al Var. Giusta la decisione, discutibili i tempi e le modalità di utilizzo.
Nel secondo tempo i nerazzurri scendono in campo con tutt’altro piglio: Candreva colpisce il palo 50esimo e Icardi va vicinissimo al gol di testa ben due volte.
Finale di partita rovente, secondo gol annullato all’Inter, giustamente. Bello il tiro da fuori di Asamoah, protagonista di una grandissima partita, ma la palla gli arriva dopo essere uscita sul fondo.
A seguire viene annullato per fuorigioco, giusto, un gol a Defrel.
Si entra così nei minuti di recupero, che possiamo tranquillamente chiamare la ZONA INTER, al 94esimo infatti Brozovic trova il gol con un tiro basso su cui Audero non è perfetto.
L’Inter non si arrende e porta i 3 punti a casa nonostante una trasferta difficilissima.
Da segnalare l’espulsione di Spalletti sul gol, eccessivo impeto nell’esultare.

 

Un post condiviso da Inter (@inter) in data:

La domenica della serie A comincia alle 12.30
Il Napoli vince a Torino con una doppietta di Insigne ed una buonissima prestazione del “ritrovato” Mertens.
Cerca di riaprire la partita il gallo belotti su rigore ma il Napoli vince comunque 1-3.
Prosegue il buon cammino di Ancelotti e dei partenopei in serie A.

Nel pomeriggio la Lazio vince facile in casa contro il Genoa, punteggio rotondo di 4-1, stavolta il gol di Piatek serve a poco.


Sconfitta casalinga pesante per il Chievo contro l’udinese, in gol De Paul e Lasagna.

LA ROMA NON C’É

Brutta, bruttissima prestazione dei giallorossi al Dall’ara.
Un Bologna quadrato e grintoso mette alle corde la squadra di Di Francesco che appare completamente in balia degli eventi.
Al 36esimo del primo tempo il Bologna trova il suo primo gol stagionale, dopo esserci andato con Falcinelli pochi minuti prima. É Mattiello a portare in vantaggio gli emiliani con gran bel sinistro a giro.
La Roma nonostante lo svantaggio non aveva fatto male nel primo tempo. Le occasioni le ha avute prima e dopo il gol bolognese , prima kluivert poi Pellegrini e due volte Fazio, ma niente da fare, manca la convinzione ai giallorossi.
Nel secondo tempo Oltre alla convinzione viene a mancare anche tutto il resto, ritmi bassissimi, il Bologna controlla ed al 59esimo trova un contropiede finalizzato perfettamente da Santander. 2-0 , la Roma si è arresa.

 

Un post condiviso da AS Roma (@officialasroma) in data:

Alle 18 partita scoppiettante tra Milan e Atalanta.

I rossoneri trovano il vantaggio con Higuain e grazie ad un primo tempo che li vede meritatamente in vantaggio.
È l’ingresso di Zapata a cambiare la partita, che sembra dare ai bergamaschi la forza che gli era mancata per tutti i primi 45 minuti.
È del Papu Gómez la rete del pareggio della Dea.
Il Milan non ci sta e dopo pochi minuti ritrova il vantaggio con il classico gol dell’ex. Jack Bonaventura viene servito da Suso in piena area piccola e la mette in rete.
Nei minuti finali l’Atalanta ormai quasi in dieci , Gasperini ha finito i cambi e a Gómez non resta che fare avanti e indietro fuori dal campo, dimostra tutto l’orgoglio dei suoi ragazzi.
Prima il milanista Rodriguez salva sulla linea un tiro da fuori area a portiere battuto.
Donnarumma si esalta sul tiro al volo di Zapata, miracolo rossonero, ma proprio su quella ribattuta è Rigoni sul filo del fuorigioco a trovare il meritatissimo 2-2.
A nulla porteranno i 7 minuti di recupero, la partita finisce cosi.

Nella serata la Juventus vince a Frosinone portandosi a 15 punti , 5 vittorie consecutive per i bianconeri, seppur con fatica.
Per 80 minuti i padroni di casa riescono a resistere alla forza d’urto della Juventus ma all’81esimo Cristiano Ronaldo trova il gol del vantaggio a cui poi farà seguito il raddoppio di Bernardeschi al 90esimo.

Le foto di Lazio – Genova e Frosinone – Juventus sono utilizzate per gentile concessione di Paolo Pizzi
La classifica
Juventus 15
Napoli 12
Fiorentina 10
Sassuolo 10
Lazio 9
Spal 9
Udinese 8
Sampdoria 7
Inter 7
Parma 7
Genoa 6*
Milan 5*
Atalanta 5
Roma 5
Torino 5
Cagliari 5
Empoli 4
Bologna 4
Frosinone 1
Chievo -1

*= una partita da recuperare