MotoGp: La nona sinfonia di Marquez

401

Sachsenring – Marc Marquez non fa prigionieri, nona vittoria di fila in Germania senza lasciare nulla agli avversari. Quinta vittoria stagionale, a fargli compagnia sul podio, i due piloti Yamaha, ottimo Rossi che finisce davanti a Vinales. Altro allungo nel mondiale per il campione spagnolo che così si porta a su +46 su Valentino.

Vittoria da Ragioniere

Partenza non eccellente per Marquez che si trova a dover gestire le gomme, vera chiave per emergere vittoriosi dalla contesa. Parte bene Lorenzo che guida il gruppo per 10 giri, ma quando Marc vuole andare va, e non ce n’è per nessuno, sorpasso ed allungo decisivo. Alle sue spalle un indomito Rossi che ottimizza al meglio il potenziale non certo eccezionale a sua disposizione. Successo comunque perentorio di Marquez, ma la Yamaha non ha sfigurato: al di là del 2° posto di Rossi, davvero eccelso e al suo miglior risultato stagionale, c’è anche il 3° dell’enigmatico Vinales. Alle spalle di Vinales un quartetto di Ducati: 4° Petrucci, 5 ° un eccellente Bautista; 6° un Lorenzo che, forse a causa di una strana scelta di gomme, dopo un grande avvio si è sgonfiato  7° un Dovizioso ormai in caduta libera.

Le parole dei protagonisti

MARQUEZ: “È stata abbastanza dura all’inizio perché la partenza non è andata alla grande e davanti avevo una Ducati dura da passare – dice Marc -. Dopo ho spinto, sapevo che stava arrivando Valentino, era dura gestire le gomme, ma mi sono detto che quello era il momento di spalancare il gas e prendere del margine. Ci sono riuscito e festeggio questa importante vittoria prima delle vacanze. È stata una fuga ragionata: ho spinto solo nel momento in cui serviva davvero. La mia forza? Fisico e testa, ma ne ha tanta anche Valentino”.
ROSSI: “Questa è una pista difficile, ma abbiamo fatto podio con entrambe le moto e sono felicissimo. È stata una grandissima gara, non ho commesso alcun errore e sono riuscito a fare quello che fece Folger l’anno scorso con la Yamaha quando chiuse secondo. È un bel risultato, il migliore dell’anno: ho guidato forte e veloce e cercando di salvare le gomme.