F1: Vettel a casa loro

325

Silverstone – A Casa Loro, questo ha urlato Vettel appena finita la gara più bella della stagione, a casa loro, dove, dal 2013, sembravano essere imbattibili. Ed invece la grande tenacia di Seb unita ad una macchina veramente performante ed una strategia perfetta dal muretto, ha portato la vittoria di Silverstone, dove la rossa non vinceva dal 2011 con Alonso.

La Gara

Seb parte benissimo e brucia al via un lentissimo Hamilton che grazie ad un contatto con Raikkonen, punito con 10″ di penalità, si troverà in testacoda ed ultimo. Inizia così il monologo di Seb in testa e la magnifica rincorsa del Re Nero in coda, ma a fare la differenza sarà la solita Safety Car apparsa in pista per l’incidente di Ericsson tra Abbey e Farm al 36° giro e la rovinosa collisione tra Grosjean e Sainz alla ripartenza due tornate più tardi. Tattica perfetta della casa di Maranello che richiama ai box i suoi due piloti per mettere le soft, mentre le mercedes decidono di rimanere in pista con le medie. La differenza a fine gara la faranno proprio queste due scelte, con le ferrari arrembanti e le mercedes in rovinosa difesa.Vittoria di Vettel, clamoroso secondo Hamilton nonostante tutti gli errori e le sfortune del caso ed ottimo terzo posto di Kimi che riesce a sorpassare Bottas e portare a casa punti importantissimi per la la Ferrari.

Bisogna saper perdere

Toto Wolff: “Un incidente sfortunato, prima in Francia e ora qui, sono tanti i punti persi nella classifica costruttori. Secondo James, questa è stata una manovra deliberata o incompetente. Dobbiamo comunque fare i complimenti a Lewis, ha fatto un grandissimo recupero”.
Maurizio Arrivabene: “Se veramente ha detto una cosa del genere, dovrebbe vergognarsi”. “Ha lavorato molti anni a Maranello – il riferimento di Arrivabene ad Allison – e due lire da Maranello le ha portate via. Bisogna essere eleganti e saper perdere. Se vogliono insegnarci a essere dei gentleman, cominci lui per primo. Mi ha dato fastidio, incompetente a chi? Chi è lui per giudicare un pilota? Che vada a guardarsi le telemetrie: Hamilton è partito male e Raikkonen se l’è ritrovato addosso e c’è stato quel contatto. Se ha scherzato ci ridiamo sopra, altrimenti vale quello che ho detto”.