F1: e alla fine arriva Max

429

ZELTWEG – Proprio quando non te lo aspetti, quando anche la Haas doveva avere un passo migliore delle Red Bull, arriva la vittoria di Max Verstappen. Approfittando dei guai meccanici e di gomme delle Mercedes e del compagno di squadra, vince una gara che rivoluzionerà in maniera determinante il Mondiale 2018.

Mercedes alla carlona…

Già dal via sembra dura per le frecce d’argento che devono fare i conti con un arrembante Raikkonen che in partenza tenta di infilarsi tra le due Mercedes, pare riuscirci, ma alla curva 3, va lungo, si tocca con Max Verstappen e favorisce il passaggio di Valtteri Bottas e la momentanea fuga alle due Frecce di Stoccarda. Ma non è argento tutto quello luccica… ed infatti al 14° giro il primo colpo di scena. Si rompe la W09 di Bottas che è costretto a parcheggiare. Regime di virtual safety, Red Bull e Ferrari ovviamente ne approfittano per il pit stop e per mettere le gomme soft, Hamilton no, forse troppo piena di se la Mercedes commette un errore che costerà caro. A quel punto al campione del mondo in carica non resta altro che lamentarsi via radio del suo quarto posto, causato dal rientro tardivo nei box, fino al 64° giro, quando, clamorosamente, dopo 33 GP sempre a punti,la sua Mercedes si ferma per una perdita di pressione.

6 Motori Ferrari a punti

Raikkonen finisce secondo dietro a Verstappen con Vettel appena dietro. Straordinaria domenica per le Haas, con Grosjean quarto e Magnussen quinto. Sesto (come a Montecarlo) Ocon, settimo Perez, ottavo Alonso. Ancora a punti Leclerc, 9°: dunque 6 motori Ferrari nei primi 10. Non male.
ARRIVABENE: “Abbiamo 6 motori Ferrari nei primio 10, è importante e vuol dire che è un motore forte. Per come si era messa al via dovevamo attaccare e poi potevamo anche vincere. È stata una bella prova, ma ora arriva Silverstone: sarà difficile e si deve restare concentrasti”.

Le parole dei Protagonisti

VERSTAPPEN: “Una vittoria fantastica, è stato difficile gestire le gomme che avevano tanto blistering, ma è stata un’ottima prestazione. Devo recuperare tanti punti, speravo in una giornata cosi”
RAIKKONEN: “Ho dovuto alzare il piede al via perché ero spremuto – dice Kimi -, poi ho perso delle posizioni per paura dei contatti e sono andato largo. La macchina è andata molto bene, forse abbiamo esagerato a essere cauti, peccato perché era grandiosa”.
VETTEL: “È stata una gara senza errori, ho cercato di prendere Max ma non ci siamo riusciti – dice Seb -. Dopo un avvio difficile abbiamo avuto una bella reazione. Sarebbe stato meglio essere più avanti nella griglia di partenza, ho provato a recuperare alla curva 1, ma avevo poco spazio e poi lo stesso alla curva 3. Successivamente ho perso tempo con la Haas e altri concorrenti in avvio, ma avevo un ottimo passo ed è stata buona pure la gestione delle gomme. Poteva andare meglio, ma è stata una vittoria meritata per Max: non mi aspettavo di certo dopo il sabato di tornare in vetta al mondiale e credo che questo, senza la penalizzazione di sabato, potesse essere un GP da vincere”.