Ritorno Quarti Champions: Juve, beffa finale su firma di Ronaldo

617

Non riesce l’impresa alla Juventus fermata, a pochi secondi dai supplementari, dalla decisione dell’arbitro che concede un rigore al Real Madrid scatenando le polemiche in casa bianconera a cominciare dal presidente Agnelli e il capitano Buffon, che viene espulso per proteste. Ronaldo non sbaglia e fa tirare un sospiro di sollievo a tutto il Bernabeu. Passa quindi il Real Madrid ma è enorme la delusione tra i bianconeri che erano riusciti a rimontare tre gol.

Allegri deve rinunciare a Dybala squalificato e rispetto alla partita d’andata recupera Pjanic. La squadra bianconera parte subito forte e già dopo due minuti arriva il primo gol. Cross di Khedira e colpo di testa di Mandzukic, lasciato incredibilmente libero dalla difesa madrilena. Risponde il Real con il colpo di tacco di Bale che coglie solo l’esterno della rete. Al 17′ si arrende De Sciglio per un problema muscolare. Al suo posto Lichtsteiner. Dal suo piede parte un altro cross per l’attaccante croato che fa doppietta. Verso la fine del primo tempo, il difensore dei blancos, Varane, colpisce la traversa.

Nell’intervallo Zidane capisce che bisogna cambiare qualcosa e sostituisce Casemiro e Bale. Al loro posto Lucas Vazquez e Asensio. La Juve però continua a crederci e segna anche il 3-0. Navas non trattiene un tiro di Douglas Costa e Matuidi realizza a porta spalancata.

Con questo risultato la Juve annulla il gap dell’andata e le due squadre si preparano a giocare il passaggio alla semifinale nei tempi supplementari. Ma a trenta secondi dalla fine arriva la beffa. L’arbitro inglese Oliver vede un fallo da rigore di Benatia su Vazque e assegna il penalty ammonendo il difensore marocchino ed espelle Buffon per proteste. Tutto il pubblico del Bernabeu applaude il capitano bianconero alla sua, forse, ultima partita in Champions League.

Real Madrid avanti, Juve fuori a testa alta.

Nell’altra partita che chiude il quadro delle semifinali, il Bayern Monaco pareggia 0-0 in casa contro il Siviglia dopo il 2-1 dell’andata e ottiene il pass al turno successivo. La squadra tedesca controlla la partita senza forzare troppo. Complimenti comunque a Montella e ai suoi che hanno colpito anche una traversa con Correa.