Ritorno Quarti Champions: Quanto sei bella Roma!

451

Tutto vero, la Roma riesce a compiere l’impresa e vola in semifinale di Champions League. In uno stadio da brividi la squadra giallorossa grazie ad una sontuosa partita rimonta il Barcellona, reso minuscolo per una volta.

Di Francesco non fa turnover e azzarda un modulo finora mai visto, il 3-4-1-2. Davanti ad Alisson giocano Manolas, Fazio e Juan Jesus; a centrocampo da destra a sinistra Florenzi, De Rossi, Strootman e Kolarov. Nainggolan fa il trequartista dietro Dzeko e Schick.

Dall’altra parte Valverde, tecnico dei blaugrana, conferma la formazione del Camp Nou, forte del 4-1 dell’andata.

Al sesto minuto la Roma passa già in vantaggio. Lancio splendido di De Rossi per Dzeko che approfitta della disattenzione di Umtiti e batte Ter Stegen. I giallorossi prendono coraggio, pressano la squadra catalana a tutto campo e sfiorano il raddoppio con Schick. L’ex sampdoriano ha un’ottima occasione ma la sciupa mandando il pallone fuori di poco con un colpo di testa. Il Barcellona si rende pericoloso solo su due calci di punizione dal limite, entrambi mandati alti da un Messi non in serata di grazia.

Nel secondo tempo la Roma ci crede ancora di più e viene ricompensata. Dzeko protegge un pallone in area di rigore e nel tentativo di girarsi viene messo giù da Pique. Per l’arbitro è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Capitan De Rossi che non sbaglia. Ad un gol dalla semifinale l’Olimpico diventa un inferno. Ci provano Strootman al volo, Nainggolan in girata e lo stesso DDR, come viene chiamato da queste parti il numero 16 giallorosso, di testa.

E dopo una grande parata del portiere blaugrana su El Shaarawy, arriva il 3-0: calcio d’angolo di Under e testata vincente di Kostas Manolas.

Dopo il fischio finale dell’arbitro, la festa prosegue per tutta la notte nel vie del Centro e un po’ in tutta la Capitale e a Trigoria, la sede della società capitolina.

La Roma è in semifinale di Champions League, 34 anni dopo se si considera anche la Coppa dei Campioni e ora sogna in grande.

Foto “Roma-Barcellona di PAOLO PIZZI

Nell’altra partita Klopp si conferma ancora una volta la bestia nera di Guardiola. Il suo Liverpool è in semifinale di Champions. Il Manchester City, sconfitto 3-0 all’andata ad Anfield Road, passa subito in vantaggio dopo due minuti con Gabriel Jesus e alla fine del primo tempo recrimina per l’errore dell’arbitro che annulla una rete regolare a Sanè. Nella seconda frazione di gioco è il solito Salah a trovare il pareggio. L’ex romanista scarta il portiere avversario e supera Otamendi con un tocco morbido. Con i giochi ormai fatti arriva anche la seconda rete dei Reds ad opera di Firmino.