Europa League: Lazio ai quarti, Milan fuori.

311

VOLA LAZIO VOLA

Serviva una vittoria ai biancocelesti a Kiev e così è stato. La Lazio vince 2-0 contro la Dinamo e vola ai quarti di finale di Europa League dopo il 2-2 dell’andata. Inzaghi sceglie un assetto molto offensivo scegliendo Luis Alberto scalato in mediana al posto di Milinkovic rimasto nella Capitale. Sulla trequarti gioca Felipe Anderson con il compito di dare vivacità all’attacco. Dopo sette minuti la Lazio vorrebbe un calcio di rigore, non visto però dall’arbitro. Al minuto 23 però arriva il vantaggio: angolo di Luis Alberto e gol dell’ex Liverpool, Lucas Leiva, uno dei migliori in campo a fine partita. Il secondo tempo inizia con una ghiottissima occasione per Patric che calcia incredibilmente fuori e a metà della frazione di gioco, arriva forse l’unico brivido per la porta di Strakosha. Tsyganov mira l’incrocio dei pali ma il pallone esce di pochissimo. Sarebbe stata davvero una beffa. Per fortuna arriva il gol del raddoppio, sempre su calcio d’angolo. Corner di Luis Alberto, spizzata di Luiz Felipe e scivolata di De Vrij sotto porta. La Lazio sorride e si qualifica alla fase successiva.

MILAN, CHE PECCATO!

Non ce la fa invece il Milan a passare ai quarti di finale. Dopo lo 0-2 di San Siro, all’Emirates Stadium i Gunners vincono 3-1. E’ un risultato ingiusto e immeritato per la squadra di Gattuso che era passata addirittura in vantaggio con la rete di Calhanoglu dopo trentacinque minuti. Passano appena centoventi secondi e l’arbitro affossa le speranze di rimonta fischiando un rigore inesistente all’Arsenal, trasformato da Welbeck. Da lì in poi la partita si accende ed è piena di occasioni, sia da una parte che dall’altra. E’ bravo Donnarumma ad opporsi ma sbaglia sul terzo gol non trattenendo un pallone innocuo di Xhaka. Nel finale arriva poi il tris di Welbeck. Passa così la squadra più esperta. Milan rimandato al prossimo anno, ma con tanto cuore.

Nelle altre partite, vittoria larga dell’Atletico Madrid che vince 5-1 a Mosca contro la Lokomotiv. Vantaggio iniziale di Correa, pareggio momentaneo di Rybus ma nella ripresa i colchoneros dilagano con le reti di Saul, la doppietta di Torres e il pallonetto di Griezmann.

Vince il Marsiglia a Bilbao per 2-1. Payet ed Ocampos chiudono i conti, inutile la rete di Williams. Vittoria ai supplementari per lo Sporting Lisbona dopo che il tempo regolamentare era finito 2-0 per il Viktoria Plzen con la doppietta di Bakos. Decisivo Battaglia.

Pareggio fra Zenit e Lipsia per 1-1 che premia i tedeschi. Augustin porta in vantaggio i suoi, raggiunti poi dalla rete di Driussi. Mancini a casa.

Incredibile eliminazione del Lione che vede così sfumare la possibilità di giocare la finale nel proprio stadio. Vince il Cska Mosca per 3-2. Golovin porta in vantaggio i russi, pareggio di Cornet ma il Cska segna prima con Musa e poi con Wernbloom. Inutile il gol di Diaz nel finale.

L’alra sorpresa di serata è l’eliminazione del Borussia Dortmund che non va oltre lo 0-0 in Austria dopo aver preso in casa l’andata. Passa così il Salisburgo.

Questo quindi è il quadro finale delle otto qualificate ai quarti di finale: Arsenal, Atletico Madrid, Cska Mosca, LAZIO, Lipsia, Marsiglia, Salisburgo e Sporting Lisbona.

Sorteggio oggi alle 13 a Nyon nella sede dell’Uefa.