Ottavi Champions League: avanti Barcellona e Bayern Monaco.

289

 

BARCELLONA AI QUARTI

La grande partita fra il Barcellona e il Chelsea si conclude con un netto 3-0 a favore della squadra di casa che aveva pareggiato 1-1 all’andata.

Dopo solo tre minuti i blaugrana sono già in vantaggio con il solito Messi che fa passare il pallone sotto le gambe di Courtois con un destro non irresistibile. Passa poco più di un quarto d’ora e Dembelè colpisce in contropiede con un tiro all’incrocio dei pali. Il Chelsea è anche sfortunato perchè al termine del primo tempo Marcos Alonso su punizione colpisce il montante. Nel secondo tempo è ancora Lionel Messi a finire sul tabellino dei marcatori. Anche su questo gol c’è la complicità del portiere dei Blues perchè si fa passare ancora una volta la palla sotto le gambe e per di più sul proprio palo. E’ il centesimo centro per il fuoriclasse argentino in Champions League. Come alla fine del primo tempo, anche al termine dei secondi quaranticinque minuti di gioco il team inglese colpisce un altro palo, stavolta con l’ex romanista Rudiger. Nonostante il risultato dica altro, il Chelsea avrà sicuramente da recriminare, considerati i quattro legni fra andata e ritorno e gli errori dei singoli, Christensen a Londra e Courtois stasera che hanno compromesso la qualificazione. Per Conte la Champions continua a rimanere una competizione stregata.

PASSEGGIATA PER IL BAYERN

La sfida fra Besiktas e Bayern Monaco è poco più di una gita a Istanbul per i bavaresi, sicuri dei quarti di finale dopo aver vinto in casa 5-0. Nonostante la larga vittoria dell’andata, la squadra di Heynckes che attua poco turnover, espugna anche la Vodafone Arena con il risultato di 3-1.

A decidere la gara le reti di Thiago Alcantara e nel secondo tempo un autogol di Gonul e la prima segnatura del brasiliano Wagner Sandro al suo debutto in Champions League. Per i turchi Wagner Love rende meno amara la sconfitta.

Per il Bayern è la settima qualificazione consecutiva ai quarti di finale mentre per il tecnico è l’undicesima vittoria di fila nella massima competizione continentale, meglio di Van Gaal ed Ancelotti.

Con le due partite di oggi sono terminate quindi tutte le gare degli ottavi e venerdi ci sarà il sorteggio dei quarti di finale. Queste le otto squadre arrivate fin qui in rigoroso ordine alfabetico: Bayern Monaco, Barcellona, JUVENTUS, Liverpool, Manchester City, Real Madrid, ROMA e Siviglia. Da ricordare che dai quarti in poi non ci sono paletti quindi saranno possibili dei derby dello stesso Paese. E’ quindi concreta l’idea di un’affascinante Roma-Juventus o un “Clasico” fra Real e Barcellona o contro il Siviglia (prima partecipazione ai quarti per il club andaluso) o la sfida fra le due inglesi.

JUVE, SCUDETTO VICINO

Oggi non è stata solo una giornata di Champions League perchè c’era da recuperare la partita fra Juve e Atalanta, rinviata ad oggi pomeriggio per neve.

Non si può definire ancora una fuga ma la Juve grazie alla vittoria per 2-0 va +4 sul Napoli e la storia recente degli ultimi campionati dimostra che una volta i bianconeri raggiungono la testa della classifica è quasi impossibile per le avversarie coltivare sogni di rimonta.

Allegri decide di non fare tanto turnover, a differenza di Gasperini, tanto che manda in campo i suoi attaccanti migliori: Douglas Costa, Mandzukic, Dybala e Higuain. Ed è proprio quest’ultimo a realizzare il gol dell 1-0. Vince un contrasto, serve il brasiliano che vola sulla fascia e palla di nuovo al Pipita che batte Berisha. Nel secondo tempo arriva sia l’espulsione per doppio giallo del difensore bergamasco Mancini sia il raddoppio da parte della Juve. Assist di Higuain e tiro a giro di Matuidi. Partita chiusa e almeno una mano sul settimo scudetto consecutivo.