Ottavi Champions: ahi Juve, si mette male!

282

Torna finalmente lo spettacolo della Champions League, il massimo torneo continentale per squadre di club.

A Torino si gioca il primo ottavo di finale tra la Juventus e gli inglesi del Tottenham.

I bianconeri senza alcuni uomini importanti come Matuidi, Cuadrado e soprattutto Dybala partono subito forte con Higuain, autore di una doppietta, uno su rigore.

Verso la mezz’ora, dopo diverse occasioni di marca juventina, Dele Alli imbuca perfettamente Harry Kane che dribbla Buffon in uscita e deposita il pallone del 2-1. Nei minuti finali del primo tempo arriva la possibile svolta della partita e forse dell’intero incontro: Aurier stende Douglas Costa in area di rigore e l’arbitro non può fare altro che fischiare un secondo penalty per la squadra di Allegri. Sul dischetto si presenta nuovamente il Pipita ma stavolta la mira non è delle migliori perchè la sfera si schianta sulla traversa.

Nel secondo tempo si supera Lloris su Bernardeschi e Mandzukic e al 71′ arriva la doccia gelata per tutto lo stadio. Buffon sbaglia il posizionamento della barriera e Eriksen lo beffa sul suo palo. 2-2 che complica molto il passaggio del turno per la Juve. Il 7 marzo servirà un’impresa a Wembley perchè per qualificarsi i bianconeri hanno il compito di vincere con qualsiasi risultato o pareggiare almeno 3-3.

Nell’altra partita di serata il City ipoteca il passaggio del turno andando a vincere in modo sbarazzino in terra svizzera contro il Basilea. Bastano poco più di venti minuti alla squadra di Guardiola per mettere la parola “fine” all’incontro segnando ben tre reti. Ci pensa Gundogan ad aprire le marcature con un colpo di testa, poi Bernardo Silva e successivamente Aguero con un tiro dalla distanza realizza il 3-0. Nella seconda frazione di gioco è lo stesso Gundogan a fare doppietta con un bella conclusione a giro.

Il ritorno all’Etihad sarà quindi una vera e propria formalità per il Manchester City che mai come quest’anno è in lotta per vincere tutto.