Diciottesima Giornata Serie A

1816
(instagram)

ROMA, QUANTI RIMPIANTI!

Nel big match dell’Allianz Stadium di Torino, la Juve vince su misura 1-0 contro la Roma. Sblocca la partita un tiro del difensore ex romanista Benatia in area di rigore nel primo tempo. Il marocchino è più lesto di tutti a spingere in rete dopo una deviazione sulla traversa della conclusione precedente. I giallorossi meriterebbero il pareggio per come riescono a chiudere la Juve per larghi tratti del secondo tempo quando Florenzi, lasciato libero da Alex Sandro, colpisce la traversa e soprattutto Schick spreca un’occasione più unica che rara, a tu per tu con Szczesny, calciandogli addosso. La Juve con questo risultato rimane a -1 dal Napoli capolista.

BRIVIDO NAPOLI

Il Napoli rimane primo in classifica battendo la Sampdoria in modo rocambolesco. Al San Paolo finisce infatti 3-2. Succede tutto nel primo tempo: aprono le marcature i doriani con una gran punizione di Ramirez, pareggio di Allan, vantaggio blucerchiato di Quagliarella su rigore, nuovo pareggio di Insigne e gol vittoria di Hamsik che supera Maradona nella classifica cannonieri all time della storia del club partenopeo. Ad una giornata dalla fine del girone d’andata il Napoli mantiene il ritmo scudetto comandando la classifica con 45 punti.

INTER, ALTRO STOP

Seconda sconfitta consecutiva per gli uomini di Spalletti. Dopo il 3-1 subito al Meazza con l’Udinese, l’Inter perde 1-0 a Reggio Emilia contro il Sassuolo. Mattatore della sfida è un colpo di testa di Falcinelli nel primo tempo. I nerazzurri hanno tante occasioni per poter pareggiare; la più ghiotta se la divora Icardi dal dischetto ciccando il pallone respinto dal portiere neroverde.

QUATTRO VOLTE LAZIO

Nell’anticipo dell’ora di pranzo, la Lazio vince 4-0 contro il Crotone. Dopo un primo tempo così così da parte della squadra biancoceleste, nei secondi quaranticinque minuti gli uomini di Inzaghi aumentano il ritmo di gioco e dilagano con Lukaku, poi Immobile, Lulic e Felipe Anderson, alla prima rete dopo il lungo infortunio.

MILAN, NOTTE FONDA

Perde ancora il Milan dopo la figuraccia con il Verona di domenica scorsa. Al Meazza vince l’Atalanta 2-0 tra i fischi del pubblico di casa con le reti dell’ex rossonero Cristante ed il gol di Ilicic. Non sembra trovare fin qui la svolta il neoallenatore Gattuso, che su quattro partite di campionato ha collezionato due sconfitte, due pareggi (tra cui quello di Benevento) ed una sola vittoria.

Nelle altre partite la Fiorentina vince 1-0 a Cagliari con la rete decisiva di Babacar a dieci minuti dalla fine mentre l’Udinese prosegue il suo ottimo momento sconfiggendo il Verona 4-0 grazie alla doppietta di Barak, al sesto gol in campionato, Widmer e Lasagna. Il Torino si fa recuperare in casa della Spal: granata in vantaggio con i due gol di Iago Falque ma poi nel secondo tempo Viviani e Antenucci su rigore riacciuffano il pareggio. Il Genoa vince all’ultimo respiro con la rete di Lapadula su penalty così come il Bologna sul campo del Chievo. Gol iniziale di Destro, pareggio di Inglese, nuovo vantaggio rossoblu con Verdi e ancora parità con Cacciatore che poi nei minuti di recupero scivola in zona sanguinosa regalando la rete a Destro per il 3-2 finale.

La redazione di Justpress augura un felice Natale a tutti i suoi lettori!