Quinta Giornata UEFA Champions League

1626

JUVE, TUTTO RIMANDATO

All’Allianz Stadium di Torino i bianconeri di Massimiliano Allegri non vanno oltre lo 0-0 contro il Barcellona. E’ comunque un buon risultato vista la grande sofferenza patita. Ci prova Rakitic su una punizione molto velenosa a impensierire la difesa juventina ma è sfortunato perchè il pallone coglie il palo mentre poco prima della fine del primo tempo Dybala si mette in proprio ma spara alto da buona posizione. E’sempre lo stesso argentino che al 92′ va vicinissimo al gol della qualificazione se non fosse per una parata strepitosa di Ter Stegen.

Il Barcellona con questo risultato passa come primo nel girone. La Juve invece dovrà vincere ad Atene contro l’Olympiakos oppure sperare che lo Sporting Lisbona non vinca nella città catalana.

Nell’altra partita del girone D tutto facile per i portoghesi che vincono 3-1 contro la squadra ellenica. A segno Dost che realizza una doppietta e Bruno Cesar. Per gli ospiti Odjidja-Ofoe.

La situazione del gruppo D: Barcellona 11, Juventus 8, Sporting 7, Olympiakos 1

ROMA, PRIMO MATCH POINT FALLITO

Non riesce ai giallorossi l’impresa di passare il girone con una giornata d’anticipo. Bastava un pareggio a Madrid ma la squadra di Diego Pablo Simeone vince 2-0 e si rimette parzialmente in corsa. Dopo un primo tempo abbastanza equilibrato con diverse occasioni sprecate da una parte e dall’altra, nel secondo tempo Nainggolan coglie il palo con un tiro cross beffardo che per poco non portava la Roma in vantaggio. A questo punto i colchoneros alzano il ritmo e trovano prima uno splendido gol in sforbiciata con Griezmann e poi, contro una Roma rimasta in dieci per la doppia ammonizione a Bruno Peres, raddoppiano con Gameiro imbeccato in posizione regolare dallo stesso francese.

Alla Roma ora servirà vincere il 5 dicembre in casa contro il Qarabag per passare il turno. Sarebbe possibile ancora il primo posto sperando che il Chelsea non vinca mentre in caso di non vittoria della squadra di Di Francesco, si dovrà sperare che Simeone non batta Conte.

Nel pomeriggio il Chelsea vince facilmente a Baku contro il Qarabag: Hazard e Fabregas su rigore e una doppietta di Willian fanno decollare la squadra di Conte al primo posto nel gruppo C, comandato appunto dalla squadra londinese con 10 punti. Seguono la Roma a 8, Atletico Madrid a 6 e il Qarabag, fanalino di coda a 2.

IL NAPOLI VINCE E SPERA

Serviva una vittoria alla squadra di Sarri per continuare a sperare di accedere agli ottavi di Champions ed essa è arrivata. Al San Paolo, dopo un primo tempo incerto, sale sul piedistallo l’idolo di casa, Lorenzo Insigne, che porta avanti i suoi con un gol meraviglioso: due dribbling a rientrare e palla all’angolino alto. Senza dubbio un gol alla Del Piero. Raddoppia Zielinski dopo un bello scambio con Mertens e chiude i conti lo stessa belga per il 3-0 finale.

Nello stesso girone dei partenopei il Manchester City batte il Feyenoord 1-0 con un gol di Sterling a pochi minuti dal fischio finale.

Ora al Napoli serve un’altra vittoria a Rotterdam ma allo stesso tempo è fondamentale che la squadra di Guardiola vada a vincere in Ucraina.

Questa è la situazione del gruppo F: Manchester City 15, Shakthar 9, Napoli 6, Feyenoord 0.

In generale, oltre a Psg, Bayern, City e Tottenham che si erano già qualificate per gli ottavi nel turno precedente, in queste due giornate di Champions ottengono il pass anche il Chelsea, il Barcellona, il Besiktas e il Real Madrid. Mancano quindi altre otto squadre all’appello, sperando che ci siano anche le nostre tre italiane.