Dodicesima Giornata Serie A

307
 

ROMA, GRANDE PROVA!

La Roma vince anche a Firenze con una prestazione da squadra forte e matura dimostrando anche di saper soffrire. E’ una partita rocambolesca, ricca di colpi di scena.I giallorossi infatti passano inizialmente con Gerson, pareggio momentaneo di Veretout, nuovo vantaggio romanista sempre con l’eroe a sorpresa di giornata, Gerson, e nuovo pareggio viola con Simeone di testa.Nel secondo tempo la squadra di Di Francesco cambia ritmo e trova prima un gol fortunoso con Manolas e poi nel finale chiude la partita con Perotti per il definitivo 4-2.

NAPOLI ED INTER FERMATE

Un buon Chievo inchioda il Napoli al pareggio a reti inviolate. I partenopei non riescono a trovare le solite trame del gioco a parte qualche tiro fuori misura o impreciso. Gli azzurri rimangono comunque primi in classifica anche se a solo un punto sulla Juventus.
L’Inter perde invece un’ottima occasione per avvicinarsi al Napoli. È solo 1-1 contro il Torino. Succede tutto nel secondo tempo quando Falque porta avanti i granata con un bella conclusione dal limite dell’area ed Eder pareggia su assist di Icardi.

JUVE, CHE FATICA!

La Juve vince 2-1 in casa contro il Benevento e tira un gran sospiro di sollievo. I campani hanno sfiorato l’impresa chiudendo il primo tempo tempo in vantaggio grazie ad una punizione di Ciciretti e una porta che sembrava stregata per i bianconeri, complice anche una traversa di Douglas Costa. Nella seconda frazione di gioco ci pensano Higuain e Cuadrado a regalare i tre punti alla Vecchia Signora che si porta ad un solo punto dal Napoli.

LAZIO, PARTITA RINVIATA

Non si è giocato nel pomeriggio tra la Lazio e Udinese a causa del forte temporale che si è abbattuto su Roma rendendo il campo dell’Olimpico impraticabile. Complicato trovare una data a breve utile soprattutto per i biancocelesti considerando il calendario molto fitto di impegni. Possibile che il match si recupererà  tra dicembre e gennaio come l’altra partita finora rinviata, Sampdoria-Roma del settembre scorso.

MILAN, PASSO IN AVANTI

Il Milan ottiene una buona vittoria contro il Sassuolo nel posticipo domenicale. Al “Mapei Stadium” i rossoneri regolano la squadra di Bucchi 2-0 grazie alle reti di Romagnoli e di Suso. Si allontanano così le voci che vedevano un Montella esonerato se avesse perso anche a Reggio Emilia.


Per la terza volta consecutiva la Sampdoria vince il derby della Lanterna e prosegue il proprio momento magico considerando anche la partita in meno. A decidere la stracittadina sono le reti di Gaston Ramirez nel primo tempo e di Quagliarella nella seconda frazione di gioco, alla prima marcatura nel derby.
Il Genoa, nonostante sia rimasto in partita per tutti i novanta minuti, ha evidenziato le lacune di una squadra costruita male e rimane sprofondato al penultimo posto in classifica. Costa carissimo la sconfitta nel derby per l’allenatore Juric che viene esonerato. In pole per sostituirlo c’è Ballardini.
Il Crotone dopo la vittoria casalinga contro la Fiorentina di domenica scorsa ottiene altri tre punti molto importanti per la salvezza. Al “Dall’Ara” i calabresi riescono a vincere 3-2 grazie alla doppietta di Budimir e il rigore di Trotta. Menzione a parte merita Simone Verdi: il numero nove del Bologna è riuscito nell’impresa di segnare due gol bellissimi su punizione prima con il sinistro e poi col destro. È il primo in Serie A che si può vantare di aver realizzato due reti da calcio piazzato con entrambi i piedi nella stessa partita.
Alla “Sardegna Arena” il Cagliari ottiene una buona vittoria contro Il Verona. A passare in vantaggio sono però gli ospiti con un un gol di Zuculini. Poco dopo ci sarebbe l’opportunità di pareggiare ma Cigarini sbaglia il penalty.  Ci pensa Ceppitelli ad equilibrare la partita e Faragò a pochi dalla fine regala i tre punti ai rossoblu.
Tra Atalanta e Spal finisce 1-1. Rizzo risponde a Cristante. Bergamaschi costretti a giocare poco più di venti minuti in inferiorità numerica a causa del rosso diretto a Freuler.