Serie TV: Netflix cancella Sense8 ma arriva Sin City

577
Sense8 cancellata da netflix, arriva Sin City

Audace, controversa ed emozionante. Questo e altro è stata Sense8, serie originale Netflix creata dalle sorelle (ex fratelli!) Wachowski. I genitori de “Matrix” Lana e Lilly dovranno dire addio alla serie senza un vero è proprio finale: “È stata tutto quello che noi e i fan sognavano fosse: audace, emozionante, stupenda, travolgente e assolutamente indimenticabile. Non c’è mai stato uno show più globale e con un cast e uno staff equamente diversi e internazionali di questo, rispecchiato dalla comunità unita di appassionati di tutto il mondo. Ringraziamo Lana, Lily, Joe e Grant per la loro visione, e l’intero cast e lo staff per il loro impegno e le capacità dimostrate” queste le struggenti parole Cindy Holland, vice presidente del colosso dello streaming.

Lo sgomento e la rabbia tra i fan della serie è iniziata a crescere, non domi per la prematura fine della loro amata serie, hanno indetto subito una petizione online che in poche ore ha raggiunto quasi 200.000 firme!

Ritorno alla città del peccato

Per una serie che “muore” ce n’è un’altra che sembrerebbe arrivare e che potrebbe creare un hype clamoroso. Parliamo dell’adattamento tv di Sin City, graphic novel di Frank Miller (300, The Spirit) e dalla quale sono stati tratti i due film omonimi del 2005 e 2014, entrambi diretti dallo stesso Miller e da Robert Rodriguez.

Lo studio che ha prodotto Marco Polo, la Weinstein Company, ha affidato la sceneggiatura a Glen Mazzara, ex showrunner di The Walking Dead. L’episodio pilota, invece, dovrebbe esser diretto da Len Wieseman, già regista di Sleepy Hollow e i primi due capitoli di Underworld. Ancora ignoto il network che trasmetterà la serie, la caccia è appena stata aperta.